Rethinking Exchange. Itineraries through Economy, Sociology and Philosophy / Ripensare lo scambio. Itinerari tra economia, sociologia e filosofia

Rethinking Exchange. Itineraries through Economy, Sociology and Philosophy / Ripensare lo scambio. Itinerari tra economia, sociologia e filosofia

Azimuth. Philosophical Coordinates in Modern and Contemporary Age, III (2015), nr. 5

A cura di: Buongiorno Federica, Lucci Antonio,

Prezzo € 22,80

Prezzo di copertina € 24,00

Rivista: Azimuth
Editore: Edizioni di Storia e Letteratura
Pagine: 224
ISBN: 9788863728460
Anno: 2015

Viviamo in un’epoca segnata dal crescente predominio dell’economia in tutti i settori della vita privata e sociale. Sin dall’antichità, il rapporto tra economia e forme di vita non è mai sfuggito al pensiero filosofico: solo nell’epoca contemporanea, segnata dalla trasformazione finanziaria e neoliberale del capitalismo, l’economizzazione ha però raggiunto un’evoluzione multi-stratificata e carica di contraddizioni. Da un lato, il vocabolario e le categorie economiche vengono applicate in chiave critica in contesti nuovi e attuali – dal dibattito sui beni comuni, alla teologia economica, dalla teoria della comunicazione digitale al dibattito su post-colonialismo e società post-disciplinare. Dall’altro lato, si cerca di liberare questi stessi ambiti dalla dipendenza da forme di pensiero puramente tecnico-economiche, per riscoprirne l’attualità teoretica e il potenziale critico.
In quest’ottica, la categoria di “scambio” appare sufficientemente ampia e flessibile da consentire, in una grande varietà di discipline, di operare questo movimento di immersione nell’economico per reinterpretarlo e superarlo. E’ possibile pensare uno scambio, ossia una forma di interazione umana non asservita allo schema del dare-avere economico? Quali dispositivi di pensiero vengono attivati, nei campi della sociologia, dell’antropologia, della comunicazione, della teoria filosofica e politica etc., e quali vengono disattivati da una concezione contro-economica della nozione economica par excellence, come lo scambio? Quale immagine dell’uomo, delle sue forme di uso e consumo, vengono proiettate da questo smascheramento critico? Sono queste le domande che il numero 1/2015 di “Azimuth” tenta di formulare, suggerendo linee di approfondimento critico e di possibili risposte con un approccio critico e interdisciplinare.

***


As the keyword of the present issue the editors have chosen the term (and concept) of ‘exchange’. This has been envisaged as the theoretical linchpin enabling us to keep a sharp focus on the relations between economics and the social sciences, while moving beyond the all too current discourses on the issue of debt. We have thus set our sights on contributions that would approach the topic from a range of different angles, while centring the analysis on the two original macro-topics: economics and the humanities.

Vedi Indice

Per gli abbonamenti alla rivista, visitate la pagina Azimuth. Abbonamento 2015

Disponibile su Torrossa store