How to Do Things with Cultures? International Perspectives on the Theory and Practices of Cultural Studies / How to Do Things with Cultures? Prospettive internazionali sulla teoria e le pratiche dei Cultural Studies

How to Do Things with Cultures? International Perspectives on the Theory and Practices of Cultural Studies / How to Do Things with Cultures? Prospettive internazionali sulla teoria e le pratiche dei Cultural Studies

Azimuth. Philosophical Coordinates in Modern and Contemporary Age, IV (2016), nr. 8

A cura di: Borsari Andrea, Lucci Antonio,

Prezzo € 23,80

Prezzo di copertina € 28,00

Rivista: Azimuth
Editore: Edizioni di Storia e Letteratura
Pagine: 204
ISBN: 9788893590112
Anno: 2016

Il numero VIII di Azimuth, How to do Things with Culture(s)?, si propone di indagare un particolare campo di confine tra le discipline umanistiche: quello in cui si incontrano antropologia, letteratura, filosofia e studi culturali. La complessa costellazione concettuale che i campi di riferimento, paralleli ma differenti, rispettivamente delle Kulturwissenschaften tedesche e dei Cultural Studies anglo-americani individuano, viene analizzata dai contributi presentati da due prospettive: da un lato, andando a definire quali sono le peculiarità che caratterizzano le summenzionate discipline nelle loro declinazioni anglosassone e tedesca, le loro divisioni interne, i loro focus tematici e i passaggi tra i due mondi culturali; dall’altro, cercando di indagare la (eventuale) presenza della tradizione degli studi culturali all’interno della cultura italiana: gli autori e le correnti che ne segnalano la presenza, le metodologie che hanno caratterizzato le espressioni locali di queste discipline, i motivi storici, metodologici e contenutistici che ne hanno segnato la rimozione.

Vedi Indice