Intelletto e beatitudine

Intelletto e beatitudine

La cultura filosofica tedesca del XIV secolo

Saccon Alessandra,

Prezzo € 54,40

Prezzo di copertina € 64,00

Supporti disponibili Prezzo
Intelletto e beatitudine - Cartaceo € 54,40

La riflessione filosofica sviluppatasi tra la fine del XIII e il XIV secolo intorno allo Studium Generale domenicano di Colonia, fondato da Alberto Magno, è da alcuni decenni oggetto di crescente interesse. Questo studio ne presenta una sintesi teorica, a partire dal tema centrale della beatitudine come unione intellettuale a Dio, all’interno di un contesto filosofico estremamente vivace, non riconducibile a un unico elemento d’ispirazione, nonostante le molteplici affinità. Seguendo un approccio tematico, vengono ricostruiti gli aspetti principali del dibattito, di cui si prendono in esame sia la riflessione degli autori principali (Ulrico di Strasburgo, Dietrich di Freiberg, Meister Eckhart, Bertoldo di Moosburg), sia le posizioni di testi meno noti, spesso anonimi, sulla base di una letteratura non solo in latino, ma anche in alto tedesco medio, che testimonia l’ampiezza della discussione. Vengono così illustrate le linee di tensione che definiscono le diverse posizioni teoriche: il binomio natura-grazia, come falsa opposizione all’interno di una metafisica non più naturalistica (cap. 1); il primato della conoscenza sulla volontà (cap. 2); la discussione sulla visione beatifica e la critica al tomismo (cap. 3); il ruolo dell’intelletto nella beatitudine,  nell’alternativa tra intelletto agente e possibile (cap. 4); la teoria dell’immagine di Dio e del suo luogo nell’anima, nella contrapposizione tra essenza e facoltà (cap. 5); il superamento delle potenze dell’anima verso il suo fondo (cap. 6).

Dettagli supporto

Supporto cartaceo (libro)

Pagine xxiv-420

ISBN 9788863724851

Anno 2012

Numero in collana 113