Pietro Mazzucchelli studioso di Dante

Pietro Mazzucchelli studioso di Dante

Sondaggi e proposte

Frasso Giuseppe, Rodella Massimo,

Prezzo € 61,75

Prezzo di copertina € 65,00

Pietro Mazzucchelli (Milano, 1762-1829) – Prefetto della Biblioteca Ambrosiana dal 1823 al 1829 – non fu solo un prodigioso erudito capace di muoversi, con uguale competenza, in diverse discipline come la paleografia, la codicologia, la diplomatica, la bibliografia, la numismatica, l'epigrafia, l'archeologia medievale, la storia della  liturgia, passando indistintamente dall'orientalistica alle letterature classiche e moderne, ma fu anche un attento e acuto filologo.
Il presente studio intende appunto soffermarsi su quest'ultimo aspetto, illuminando il contributo, generoso e intelligente, che Mazzucchelli ha saputo offrire nell'ambito della filologia dantesca milanese fiorita nel primo trentennio dell'Ottocento; in quel torno di tempo, infatti, sotto la guida di Vincenzo Monti e del marchese Gian Giacomo Trivulzio, sarebbe uscita, tra l'altro, la mirabile edizione del Convivio (1827), interessante e sorprendente tentativo di edizione critica prelachmanniana.

Recensioni:

Le sudate carte di Mazzucchelli, Domenica-Il Sole 24 ore, 13 aprile 2014, di Carlo Carena.

Dettagli supporto

Supporto cartaceo (libro)

Pagine x-422

ISBN 9788863724684

Anno 2013

Numero in collana V