Novecento all’Indice

Novecento all’Indice

Gabriele d’Annunzio, i libri proibiti e i rapporti Stato-Chiesa all’ombra del Concordato

Brera Matteo,

Prezzo € 32,30

Prezzo di copertina € 38,00

Supporti disponibili Prezzo
Novecento all’Indice - Cartaceo € 32,30
Novecento all’Indice (PDF) - ebook € 30,40

Sulla base di una documentazione ancora largamente inedita e reperita per lo più negli archivi vaticani, Matteo Brera dimostra che l’istituto della censura librorum era anche (o soprattutto) un’arma di offesa politica. L’A. si sofferma poi sulle motivazioni sottese alle denunce e alle condanne all’Indice del “pericoloso sensuale” Gabriele d’Annunzio, scrittore disapprovato tanto per la sua letteratura osceno-mistica quanto perché rappresentava in pieno le frange estreme di quel modernismo combattuto dalla Chiesa più ortodossa.

Vedi Indice

Disponibile su Torrossa store

Recensioni:

- Il Venerdì di Repubblica, 27 gennaio 2017, Lo scandaloso D'Annunzio processato quattro volte, di Paola Sorge;

- La Stampa online, 11 marzo 2017, D'Annunzio all'Indice, di Marco Roncalli;

- Sole 24 Ore, 9 luglio 2017, E l'indice additò il Vate, di Armando Torno;

- Giornale di Storia Contemporanea, XX, n.s., 1, 2017, Novecento All'Indice, di Matteo Sanfilippo;

- Corriere della Sera Bergamo, 18 luglio 2017, D'Annunzio? All'Indice!, di Marco Roncalli.

Dettagli supporto

Supporto cartaceo (libro)

Pagine xviii-366

ISBN 9788863729511

Anno 2016

Numero in collana 153