Fisco e società a Firenze nel Rinascimento

Fisco e società a Firenze nel Rinascimento

Ciappelli Giovanni,

Prezzo € 32,30

Prezzo di copertina € 38,00

Supporti disponibili Prezzo
Fisco e società a Firenze nel Rinascimento - Cartaceo € 32,30

Nonostante l’apparenza a volte molto specialistica, lo studio della fiscalità ha vaste implicazioni per un gran numero di aspetti interpretativi della storia non solo economica, ma anche politica e sociale. Questo è tanto più vero per un periodo come il Rinascimento, che in Italia per molte compagini politiche (e fra queste certamente la Repubblica di Firenze) rappresentò un periodo di transizione tra le forme di gestione ereditate dal Medioevo e i nuovi modelli statuali che si sarebbero sviluppati nell’età moderna. Il volume ripresenta, in forma rielaborata e uniformata, alcuni saggi pubblicati nel corso di una quindicina di anni (alcuni in altra lingua o in sedi di difficile reperimento), insieme a una consistente parte finale inedita. Essi corrispondono a un preciso itinerario di ricerca sullo stesso tema, e possono essere oggi letti come un volume tendenzialmente unitario. Dopo un capitolo iniziale più introduttivo e didattico, i temi affrontati spaziano dall’incidenza della fiscalità sui patrimoni privati e sull’economia, all’evoluzione delle politiche fiscali del governo fiorentino fra il Trecento e la fine del Quattrocento, dalla complessa gestione del debito pubblico alle presunte malversazioni di Lorenzo il Magnifico nella gestione del Tesoro e ai suoi rapporti con gli uffici fiscali. La parte inedita riguarda le politiche fiscali degli anni 1494-1512, il periodo di Savonarola e poi del Gonfaloniere perpetuo Pier Soderini.

Dettagli supporto

Supporto cartaceo (libro)

Pagine x-298

ISBN 9788863720853

Anno 2009

Numero in collana 36