A partire da Giambattista Vico

A partire da Giambattista Vico

Filosofia, diritto e letteratura nella Napoli del secondo Settecento

Lomonaco Fabrizio,

Presentazione di: Tessitore Fulvio,

Prezzo € 40,80

Prezzo di copertina € 48,00

Argomenti: filosofia,
Supporti disponibili Prezzo
A partire da Giambattista Vico - Cartaceo € 40,80

Il volume integra l’analisi dei temi filosofici con la ricostruzione delle questioni giuridico-letterarie al centro delle opposte tensioni tra vichiani e antivichiani. Il richiamo alle tesi filologiche di Vico sull’origine delle XII Tavole da Gravina a Filangieri, da Pagano a Delfico, passando per d’Asti e Concina, Lami e Duni, alimenta l’interesse per la questione filosofica circa il fondamento della validità del diritto. Scopo di queste pagine è stato anche quello di offrire gli esiti di una circumnavigazione intorno a ciò che, sia pure dentro l’ambiente di Vico e della sua fortuna, non è sempre immediatamente riconducibile a lui. Lo documentano i saggi tra letteratura, filosofia ciclica della storia naturale dell’uomo nella Napoli riformatrice e massonica (Bertòla) e l’anticurialismo prerivoluzionario (Conforti). Più vichianamente orientata è, invece, la non trascurabile attività politico-culturale in Lombardia dei napoletani Francesco Lomonaco e Flaminio Massa, editore del Pagano, impegnati nell’offrire una possibile soluzione della ‘crisi’ del razionalismo settecentesco con la sintesi tra momento ideale e contrassegno antropologico della funzione conoscitiva, oggetto della moderna science de l’homme della cultura europea del tempo e segnatamente idéologique d’oltralpe.

Dettagli supporto

Supporto cartaceo (libro)

Pagine xx-336

ISBN 9788863722550

Anno 2010

Numero in collana 266