L'Italia nuova per la storia del Risorgimento e dell'Italia unita

L'Italia nuova per la storia del Risorgimento e dell'Italia unita

VI. Risorgimento tra realtà, pensiero e azione

Galasso Giuseppe,

Prezzo € 32,30

Prezzo di copertina € 38,00

Come si è passati dalle Italie all’Italia? Come è stata intesa l’unità mentre la si costruiva? Il pensiero del Risorgimento e dell’unità è stato tutto e soltanto un percorso ideologico senza effettiva rispondenza nella storia e nella realtà? Della patria che così si costruì si è dovuta poi registrare la morte?
Ecco le domande che costituiscono il filo rosso dei temi dominanti in questo volume, che a tali domande risponde illustrando i complessi e molteplici sviluppi di pensiero e di azione che diedero sostanza e slancio al Risorgimento italiano e ne fecero una pagina eminente e prestigiosa della storia europea nel secolo XIX.
Il cosiddetto “triennio giacobino” (1796-1799) e Napoleone sono confermati come la grande porta di ingresso del Risorgimento nel momento in cui esso assume concretezza di movimento storico e politico. Si passa quindi ai protagonisti dell’azione e del pensiero che guidarono, in varia posizione e in varii tempi e modi, la realizzazione dell’unità: Mazzini, Cattaneo, Garibaldi, Cavour. Il panorama della storia risorgimentale sia arricchisce per questa via di note e di particolari importanti, a cominciare dalla delineazione della genesi e dell’esplicazione del pensiero italiano di Cavour.
Un momento climaterico è fissato nella redazione della Costituzione della repubblica romana del 1849, illustrata con varii tratti nuovi e in forma completa nel suo significato sia dottrinario che concretamente politico.
Nel complesso, un libro che fornisce un quadro illuminante del Risorgimento italiano, dei suoi protagonisti, delle sue tappe, e, da un lato, rinnova o attualizza tradizioni storiografiche consolidate , dimostrandone la validità e la vitalità; dall’altro alto, respinge o ridimensiona drasticamente le tante discussioni sul Risorgimento e sull’unità italiana, frutto di una stagione ideologica  e politica, della quale non si manca tuttavia, di cogliere i ben pochi motivi degni di essere considerati su un piano di rigore e di attendibilità del giudizio storico.

Recensioni:

- Il Sole 24 Ore, 4 ottobre 2015, L'Italia non è un'anomalia, di Angelo Varni;

- Ricerche di Storia Politica, 1/2016, Galasso, L'Italia nuova, di Eugenio Capozzi.

Disponibile su Torrossa store

Dettagli supporto

Supporto cartaceo (libro)

Pagine viii-316

ISBN 9788863723182

Anno 2013

Numero in collana 71