Libri di matematica a Napoli nel Settecento

Libri di matematica a Napoli nel Settecento

Editoria, fortuna e diffusione delle opere

Gatto Romano,

Prezzo € 28,90

Prezzo di copertina € 34,00

Argomenti: storia moderna,
Supporti disponibili Prezzo
Libri di matematica a Napoli nel Settecento - Cartaceo € 28,90

Nell’ambito dell’editoria napoletana del Settecento il settore delle matematiche occupa un posto di assoluto rilievo, sia per la grande quantità di opere prodotte, sia anche per l’apprezzabile livello qualitativo di alcune di esse. Si trattò di opere scientifiche e di manuali scolastici che, non di rado, meritarono di essere ristampate anche in altre città italiane dove pure non mancavano buoni testi di matematica. Dal punto di vista quantitativo, comunque, i testi universitari e scolastici costituirono la parte più rilevante di una produzione la cui dinamica va collegata strettamente a mutamenti significativi della vita culturale e civile napoletana: le riforme universitarie del 1735 e del 1777 che diedero grande impulso agli studi di matematica e fisica con la creazione di nuove cattedre: la fondazione delle scuole militari, in alcune delle quali si tenevano corsi pluriennali di matematica di alto livello; l’apertura del Collegio Reale delle Scuole Pie, che nel campo delle scuole religiose andò ad affiancare il Collegio gesuitico e il Seminario Arcivescovile; la creazione di altre scuole pubbliche in altre città del Regno; la presenze di scuole professionali che perpetuavano l’antica tradizione delle scuole mercantili. A incrementare ulteriormente la produzione editoriale contribuirono notevolmente le scuole private che nel Regno di Napoli avrebbero avuto un ruolo di primaria importanza anche nel successivo secolo. Tra queste grande rilevanza ebbero negli ultimi decenni del secolo la Scuola sintetica di Nicolò Fergola e la Scuola analitica di Annibale Giordano e Carlo Lauberg; due scuole che, anche per motivi politici, si contrapposero tra loro con una rivalità che segnò profondamente la matematica napoletana di buona parte della prima metà dell’Ottocento. Accanto alle opere edite a Napoli (Editoria matematica napoletana), per le quali si è riusciti a compilare un elenco di 551 titoli, sono state repertate anche quelle di autori napoletani edite fuori di Napoli che, insieme con quelle edite a Napoli formano la Biblioteca matematica Napoletana (606 titoli). Completa il volume un’analisi statistica per decenni e per tipologia della produzione libraria matematica di quel secolo a Napoli.

Dettagli supporto

Supporto cartaceo (libro)

Pagine x-218

ISBN 9788863721850

Anno 2010

Numero in collana 15