La forma delle cose, II

La forma delle cose, II

Idee e metodi in matematica tra storia e filosofia. II. Il calcolo da Leibniz e Newton a Eulero e Lagrange e un po' oltre

Giaquinta Mariano,

Prezzo € 50,15

Prezzo di copertina € 59,00

Supporti disponibili Prezzo
La forma delle cose, II - Cartaceo € 50,15
La forma delle cose, II (PDF) - ebook € 47,20

Il tema principale di questa opera è lo sviluppo parallelo del calcolo e della meccanica  nel Settecento, a volte nei suoi aspetti più tecnici ma, soprattutto, avendo come specifico riferimento le correlazioni tra idee matematiche e idee filosofiche. Infatti, nel secolo dei Lumi, matematica e filosofia sono ancora interessi presenti contemporaneamente nello stesso studioso – si pensi, ad esempio, a Newton, Leibniz, Berkeley, d'Alembert – e, sicuramente, sono oggetto di un continuo confronto da parte degli intellettuali, valgano per tutti i nomi di Voltaire, Diderot e Rousseau. Un altro tema, sempre presente anche se in tono minore, è quello del ruolo della matematica e dei matematici rispetto ai cambiamenti politico-sociali e viceversa. Il volume idealmente segue il precedente, Da Talete a Galileo ed un po' oltre ma può esser letto indipendentemente dal primo di cui conserva l'ambizione di voler parlare di matematica agli uomini di cultura.  Essendo però le idee qui coinvolte più complesse è forse richiesto un maggiore impegno da parte del lettore che vedrà aumentare la successione di formule, magari con qualche disappunto. Ma, con qualche sforzo supplementare, egli scoprirà come quello che viene ritenuto l'arido linguaggio matematico sia essenziale a rendere chiare e precise non solo le idee fondamentali in gioco ma, soprattutto, le loro interrelazioni e, forse, apprezzerà l'efficienza, la semplicità e l'armonia presente nella costruzione di questo linguaggio.

Disponibile su Torrossa store

Dettagli supporto

Supporto cartaceo (libro)

Pagine xiv-498

ISBN 9788863725582

Anno 2014

Numero in collana 124